MAASI: Technology Partner for Tuscany at Expo Milano 2015

Our recipe for success? Technology, digital platforms, passion for details and ... simplicity!

Massimi Sistemi S.r.l., Leonardo Zanus

Toscana, terra del Buon Vivere e dell'Innovazione

Ad Expo 2015 quattro settimane da protagonisti: questa la sfida della regione italiana più famosa all'estero.

Dal Gruppo MAASI soluzioni digitali e supporto tecnologico, scopriamo gli ingredienti del successo dello stand italiano più visitato di Expo 2015.

La Toscana è la regione italiana più conosciuta al di fuori dei confini del Bel Paese e tra le prime mete turistiche e culturali dei visitatori stranieri. Non stupisce quindi che per la sua presenza all'Esposizione Internazionale di Milano abbia voluto puntare in alto.

Le prime 4 settimane di Expo a partire dall'inaugurazione del primo maggio: grande visibilità ma anche poco tempo e molti imprevisti. Nei 150 metri quadri di area espositiva assegnata, nel Cardo Nord-Ovest del Padiglione Italia, la Toscana è riuscita ad allestire la propria presenza ufficiale in pochi giorni di frenetico lavoro delle squadre. Non solo: guadagna li marchio di tappa da non perdere, raccomandata tra le 10 cose da fare ad Expo! (da 10-cose-da-fare-e-da-non-fare-ad-expo-2015).

La terra del Buon Vivere, ma anche dell'innovazione scientifica e tecnologica. La Toscana propone un percorso ibrido e molto ben calibrato tra tradizione, innovazione, sostenibilità ed eccellenza, non solo nel settore alimentare: mangiar sano rispettando la sostenibilità ambientale ed economica, ricercare nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita senza peggiorare quella dell'ambiente, avvicinare il pubblico in modo naturale e stimolante per arricchire l'esperienza di Expo con pillole di cultura, tecnologia, arte e tradizione toscane.

Una catena continua di eventi e attività al Fuori Expo - nel centro di Milano - offre ogni settimana la possibilità di scoprire e fare propri i segreti del successo di questa regione nel mondo. Dal primo maggio a fine ottobre infatti la Toscana presidia il capoluogo lombardo, accogliendo i visitatori nel suo Fuori Expo.

Chi non potrà visitare lo stand toscano ad Expo presente nel mese di maggio, oltre a poter prevedere una visita agli spazi Fuori Expo, può sempre scaricare la App per tablet e smartphone APPINoCCHIo: la guida interattiva appositamente creata per Expo.

Un lavoro di squadra

Expo 2015 è sicuramente la più importante vetrina internazionale per l'Italia degli ultimi anni ma, come è naturale avvenga per un progetto così ambizioso e complesso, per la sua realizzazione tempi e risorse non bastano mai.

Per questo motivo MAASI ha messo a disposizione di Regione Toscana un Team di 6 programmatori specializzati, una linea dedicata CompetenceCloud™ ed un Priority Team per il coordinamento H24 nelle settimane precedenti l'inaugurazione. Tale dispiegamento di forze ha avuto un alleato impagabile, decisivo per il completamento delle attività in tempo: la disponibilità delle Persone e la loro volontà di lavorare in squadra.

Se la Toscana ha potuto raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si era posta, oltre ad una forte volontà dei suoi Rappresentanti, il merito è senza dubbio delle moltissime persone che hanno lavorato a questo progetto: personale della Regione stessa e degli Enti di promozione e tutela, fornitori, partner, sponsor, collaboratori e volontari. Ciascuno ha fatto qualcosa di più importante che svolgere bene il proprio lavoro: ha consentito a qualcun'altro di poter fare altrettanto.

La capacità di collaborare è una delle peculiarità italiane, che in Toscana si rende evidente spesso anche nel rapporto di cooperazione che si crea addirittura tra aziende concorrenti: il Cliente finale deve essere soddisfatto, questa è l'unica cosa che conta.

Questa è anche la nostra filosofia, e questo è il modo in cui noi di MAASI siamo abituati a lavorare.

Dove il dettaglio fa la differenza

In Inghilterra è famoso il detto "il diavolo è nei dettagli", spesso inteso in accezione negativa quasi a suggerire un approccio meno complesso e più rivolto alla pratica semplicità. In passato lo stesso detto dava invece importanza ai dettagli, alle sfaccettature meno evidenti, al fine di rivelare possibili problemi o di apprezzare il lavoro ben fatto, appunto, nel dettaglio.

Per noi il dettaglio è un elemento importante sia durante l'analisi del problema che nel momento della realizzazione. Dettagli apparentemente insignificanti possono infatti portare al fallimento interi progetti se non pesati adeguatamente, oppure determinarne il vero successo apportando un vantaggio competitivo alla soluzione.

La bravura nel prendersi cura dei dettagli è proprio nel saperli pesare, e nel saper dosare la quantità di risorse che devono essere impegnate nell'analisi di un determinato livello di dettaglio ad un certo stadio dell'attività.

Per noi di MAASI i dettagli devono fare la differenza apportando valore, differenziando la soluzione, consentendo di essere apprezzati nel contesto di un lavoro ben fatto.

La Stazione Interattiva Multimediale: una finestra digitale affacciata sulla Toscana

Nasce il connubio tra falegnameria artigianale di qualità e tecnologia di ultima generazione

Un sistema efficace per attirare l'attenzione di un visitatore è renderlo partecipe con semplicità e stile. Cosa può essere più efficace di un multiwall touchscreen interattivo? La Toscana viene raccontata attraverso una selezione di videoclip e audioguide che il visitatore può scegliere semplicemente sfogliando in modo intuitivo e fluido un database di oltre 20 GigaByte di informazioni.

La Stazione Multimediale, presente allo stand Regione Toscana all’Expo, è costituita da quattro postazioni interattive, ciascuna dotata di un "main screen" e due "cassetti" digitali: dal grande pannello centrale il visitatore viene guidato alla selezione dei contributi video che possono essere efficacemente filtrati grazie ai tag predisposti per la navigazione nel catalogo multimediale.

Le voci e le musiche sono fruibili grazie ad uno speciale "bicchiere" sonoro, lo stesso da cui viene diffuso il sonoro dei contributi audio, selezionabili invece dal cassetto inferiore, con la medesima semplicità ed immediatezza.

Engagement! Al visitatore che resta ammaliato dai paesaggi, conquistato dall'arte o incuriosito dalle gustose videoricette toscane viene data la possibilità di portare con sè in modo facile le esperienze provate. Ecco quindi che i singoli contributi possono essere raggiunti off-line semplicemente toccando il pulsante "Porta a casa!". Dal cassetto digitale di destra "download area" viene richiesto l'inserimento dell'indirizzo e-mail del visitatore, a cui verrà inviato un messaggio contenente l'elenco dei link per il download dei contenuti scelti dal cloud MAASI.

La Toscana crede nel miglioramento continuo e per questo motivo abbiamo predisposto un sistema di collezionamento ed elaborazione delle statistiche d'uso della parete multimediale grazie alle quali è possibile verificare quali tipi di contenuti siano risultati di maggior interesse per il pubblico e quali no, in modo da concentrare e indirizzare correttamente i futuri sforzi.

Il motivo del successo della Stazione Multimediale è da ricercarsi in diversi elementi, a partire dal design e dallo stile pulito ma colorato, con un ruolo fondamentale giocato dalla sensazione di un'esperienza fluida e continua: sempre più spesso ci si imbatte in installazioni dai monitor spenti o con schermate complicate che ricordano una postazione di lavoro. La Stazione Multimediale è stata invece creata con tecnologia yIMS™ , e da essa eredita stabilità, sicurezza, fluidità e controlli derivati dai sistemi enterprise usati nelle grandi industrie e nei centri di ricerca.

La Stazione Multimediale è stata al centro dell'attenzione sin dal primo maggio, giorno dell'inaugurazione di Expo 2015, quando il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ne è rimasto talmente soddisfatto da proporne la ricollocazione a Firenze dopo il termine dell'Eposizione Internazionale (leggi).

APPINoCCHIo!

Una preziosa guida digitale alla scoperta della Toscana

Una guida personale per scoprire tutto quanto la Toscana ha da offire ad Expo e nel suo Fuori Expo: APPINoCCHIO

Nel 2015 è impensabile il non sfruttare il potentissimo strumento di comunicazione che rappresenta il mondo dei "mobile devices", ovvero di tablet, smartphones, smart-wearable ... Di contro è altrettanto difficile il coniugare le caratteristiche implicite del mondo digitale con la necessità di comunicare anche tramite i sensi fisici, come il tatto, o chimici, come l'olfatto, che risultano portare a memorie molto più persistenti di quanto possa ad esempio la sola vista.

Ecco dunque come un percorso sensoriale, come quello sapientemente imbastito dalla Toscana per Expo, richieda un utilizzo delle tecnologie digitali controllato ed estremamente mirato. APPINoCCHIo nasce quindi come guida digitale non invasiva, capace di fornire al visitatore informazioni aggiuntive e spunti di approfondimento; capace di guidare l'occhio verso dettagli altrimenti non immediatamente percepibili nonchè di proporre percorsi tarati sul tempo che si vuole dedicare alla visita.
MAASI ha quindi messo a disposizione della Regione Toscana non solo la propria abilità tecnica e la propria piattaforma integrata yIMS™ ma anche l'expertise in materia di usabilità dei sistemi digitali e accessibilità delle informazioni. APPINoCCHIo è il risultato di sole 4 settimane di lavoro, in cui sono concentrati gli sforzi di un intero Team composto non solo da programmatori ma anche da scout tecnologici, esperti di comunicazione e consulenti.

Per maggiori informazioni rimandiamo alla pagina del nostro sito dedicata ad APPINoCCHIO!

Gruppo MAASI e Regione Toscana ti aspettano a Milano

Dal primo al 28 maggio ad EXPO Milano 2015, Padiglione Italia

Dal 2 maggio al 31 ottobre 2015 ai Chiostri dell'Umanitaria, Milano

Le soluzioni presentate in questa pagina sono state realizzate per Regione Toscana dal Gruppo MAASI.
Puoi trovare maggiori informazioni all'interno del nostro sito:

  Wasabi Custom
  Wasabi Digital - Enteprise Edition
  yIMS™
  Supporto tecnico e scouting CompetenceCloud™

    Pensi di avere le stese esigenze della Regione Toscana e vorresti saperne di più sulle soluzioni realizzate? Contattaci, ti richiameremo entro 24 ore!